Struttura degli URL

Struttura degli URL

Struttura degli URL

Per contribuire da organizzare in maniera chiara il proprio sito e nello stesso tempo facilitare il lavoro di scansione dei documenti da parte del motore di ricerca, è consigliabile dare alle cartelle ed ai file dei nomi descrittivi del contenuto degli stessi. Inoltre anche per gli utenti sarà più facile identificare il documento, ricordarne l'URL e linkarlo: non scriviamo nomi in maiuscolo/minuscolo (meglio tutto minuscolo)

Argomenti in questa pagina:

  1. Struttura degli URL
  2. Consigli


Un URL troppo complicato, lungo, senza parole descrittive, rende difficile realizzare quanto sopra descritto e sarà più probabile sbagliare ad indicare un link alla nostra pagina. Un utente potrebbe linkare la nostra pagina utilizzandone l'URL come "anchor text": anche in questo caso appare evidente che avere delle parole chiave nell'URL (sempre senza esagerare...) facilita la vita all'utente ed al motore, molto più di parole generiche, strani numerini o altro...es:

Non buono

http://www.negozionline.it/prodotti/ita/versione1/10-12-2007.htm

Buono

http://www.sportsonline.it/.it/tennis/racchette-da-tennis/racchette-in-kevlar.htm

Se l' URL contiene parole le parole chiave attinenti la pagina linkata, fornisce ai navigatori ed ai motori di ricerca molte più informazioni di quanto non faccia un parametro incomprensibile o un ID: inoltre l'URL viene mostrato in grassetto sotto lo snippet della pagina e contribuisce a far percepire all'utente che il risultato è rilevante e da cliccare!

Quindi anche se Google è in grado "leggere" URL abbastanza complesse, il consiglio è di evitarle o comunque, quando non è possibile (vedi indirizzi dinamici), di utilizzare gli strumenti di Google per l' assistenza ai Webmaster, per creare URL user-friendly.

Alcuni webmaster cercano di riscrivere i loro URL trasformandoli da dinamici a statici: sul sito di supporto di Google trovate alcune informazioni utili http://support.google.com/webmasters


Consigli su come scrivere un URL

Ed ora il riepilogo:

Da fare
  • Creare links utilizzando parole e frasi pertinenti con il contenuto della pagina: quindi nomi files e directory "a tema";
  • URL abbastanza facili da ricordare e da linkare (possibilmente" link assoluti");
  • Links interni alla stessa pagina coerenti tra loro;
  • Struttura del sito semplice ed ordinata;
Da Evitare
  • URL troppo lunghi con parametri incomprensibili agli utenti;
  • URL alla stessa pagina "non coerenti" tra loro, ovvero utilizzare in qualche caso il link "assoluto"<a href="http://www.sportsonline.it/racchette-kevlar.htm> mentre in altri casi il link "relativo" <a href="racchette-kevlar.htm>;
  • nomi di directory "generici" come "versione_ITA" che non "esplicano" il contenuto delle stesse ;
  • Nomi "duplicati" es. prodotti.htm in URL del dominio principale ed in quello di 2° livello;
  • strutture troppo ramificate es. www.pincopallo.it/new/prodotti/versione-ita/promozioni/ottobre-2008/racchette.htm;
  • nomi di pagina generici come "prodotti.htm";
  • utilizzo "esagerato" di parole chiave es. "racchette-da-tennis-racchette-carbonio-racchette-kevlar.htm".

Torna all'inizio