Promozione naturale

Promozione naturale

Promuovere un sito "naturalmente"

Quando realizzo un sito semplice, ben strutturato, conforme agli standard w3c, navigabile con facilità, con dei contenuti originali ed interessanti aggiornati frequentemente, una buona grafica... ho già fatto buona parte del lavoro di promozione!

Mi è sembrata una buona idea definire "naturali" tutte le scelte compiute nella realizzazione del sito che in varia misura contribuiscono al buon posizionamento dello stesso senza utilizzare tecniche mirate o servizi a pagamento.

Argomenti in questa pagina:

  1. Promozione naturale
  2. Scambio di link
  3. Segnalazioni

In pratica, come ormai si sente dire sempre più spesso da più parti, realizzare il sito pensando agli utenti che lo dovrebbero utilizzare è il miglio modo di promuoverlo.

Intendiamoci, non è che consideri "analizzare la frequenza della parola chiave in una pagina" una tecnica sofisticata ma non è una cosa di cui preoccuparsi particolarmente: se il testo è interessante e la parola chiave è utilizzata normalmente nel discorso, va già bene. Posso al massimo effettuare un'analisi per valutare se sia il caso di allungare/accorciare un po' l'articolo in base alla quantità di keywords contenute.

Scambio di link

E' vero che nel posizionamento di un sito conta molto anche la popolarità dello stesso ed infatti Google (tanto per cambiare...) ha ideato un algoritmo per assegnare un punteggio ad ogni sito internet in base al numero di links ricevuti dagli altri, sempre allo scopo di deciderne il posizionamento nel proprio indice. Maggiori sono i link, che il mio sito riceve da altre risorse (siti internet, blog, forum ecc..) internet, migliore sarà il suo posizionamento.

Quindi, in maniera un po' meno naturale, è subito nato uno scambio di link esagerato e sono spuntati siti al solo scopo di "vendere" link per far migliorare il posizionamento dei siti "clienti" indipendentemente dalla loro qualità.

L' algoritmo di Google è diventato sempre più raffinato ed ha iniziato a calcolare non solo il numero ma anche la qualità dei links, dando importanza (e punteggio rilevante) ai link ricevuti da siti tematici ed a loro volta ben posizionati.

In conclusione è meglio ottenere un link da un sito importante, ben posizionato (magari nelle prime 10 posizioni) autorevole piuttosto che 10 link da siti poco rilevanti o peggio ancora "link spam" (si può anche venire rimossi dall'indice di Google).

Torna all'inizio

Segnalazioni

Ci sono ancora motori di ricerca o directory dove vale la pena di segnalare il nostro?

Diciamo subito che Google non ha bisogno di segnalazione dato che è in grado di seguire tutti i link in uscita da un sito, quindi se siamo linkati almeno da un sito presente nel suo indice, verremo trovati anche noi: comunque è possibile inviare una segnalazione se ci fa sentire più tranquilli.

In altre directory, soprattutto quelle minori ma specifiche per un settore o per una zona geografica, è utile registrarsi e compilare con un po' di attenzione l'elenco di parole chiave e la descrizione: spesso quando i motori principali (Google) non trovano direttamente il nostro sito, lo possono trovare sulle directory.

Torna all'inizio